Bagnolo: approvato il bilancio, un segnale per guardare avanti

Uno degli atti più importanti dell’ultimo Consiglio Comunale che a Bagnolo si è svolto prima dell’esplosione dell’emergenza sanitaria è stata senza dubbio l’approvazione del bilancio di previsione. Un fatto che, visto quello che sta accadendo in questi giorni tanto difficili, ha acquistato un significato del tutto particolare: “Lo possiamo vedere come un segnale – è la sintesi del sindaco Cristina Almici – Un segnale della voglia di tornare alla normalità e della fiducia di poterci riuscire da una parte e della cura che abbiamo voluto riservare al nostro territorio dall’altra. Un’attenzione, quest’ultima, che sarà ancora più importante non appena sarà finita l’emergenza e dovremo fare i conti e adottare le misure per superare tutte le criticità che questa crisi sanitaria ha comportato dal punto di vista economico-produttivo e da quello occupazionale. Siamo decisi a dare risposte concrete alle aziende del nostro territorio e a sostenere quella che dovrà essere una ripresa di tutto il sistema”. Anche e soprattutto in questo senso merita un occhio di riguardo la “tabella dei lavori” che dovranno venire realizzati una volta terminata l’emergenza: “La nostra Amministrazione – entra nel dettaglio il primo cittadino di Bagnolo Mella – ha investito in opere per oltre sei milioni di euro. Una cifra sicuramente importante che, naturalmente, a questo punto dovrà fare anche i conti con le conseguenze dell’emergenza, ma che, in ogni caso, vede già pronti a partire lavori molto importanti come la risistemazione e la riqualificazione della Scuola di via Bellavere per un importo di circa 2,5 milioni, e la bretella che collegherà la SP VII e la ex 45 bis, per la quale il nostro Comune contribuirà con 1,7 milioni di euro, ma non dimenticherei opere altrettanto significative come la risistemazione dei tetti degli edifici comunali (450.000 euro), l’intervento dedicato a Palazzo Bertazzoli (per il quale è stata prevista una spesa di circa 230.000 euro, in vista della quale ci stiamo attivando per poter attingere ad un contributo della Regione Lombardia), e la realizzazione della pista ciclopedonale sul cavalcavia di via padre Marcolini (250.000 euro), oltre ad altri 300.000 euro che verranno utilizzati per portare avanti il piano delle asfaltature”. Un impegno sicuramente importante, che parte da una base ben solida: “In effetti – conviene con soddisfazione Cristina Almici – si tratta di opere che sono tutte già coperte dal punto di vista economico. In questo momento non ci rimane che attendere l’adempimento di qualche formalità voluta dalla legge, ma in alcuni casi siamo ormai pronti a pubblicare le procedure d’appalto per l’assegnazione dei lavori, mentre in altri siamo sul punto di avviare la fase operativa dell’intervento. Tutto questo, naturalmente, a questo punto avverrà solo una volta terminata questa delicatissima fase di emergenza. Noi siamo certi che questo potrà accadere e che Bagnolo ed i bagnolesi avranno un sostegno ed un motivo in più per riprendere il cammino che sarà necessario per tornare a quella che cin questi giorni tanto difficili è diventata per tutti la sospirata normalità”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.