Imprese giovani, bene l’iniziativa di Regione Lombardia a sostegno dello sviluppo e del ricambio generazionale

“Oggi abbiamo oltre 200 giovani agricoltori in più che ravvivano la nostra agricoltura provinciale rispetto a 5 anni fa, l’agricoltore oggi è sempre più giovane, sempre più studiato, sempre più innovatore. Regione Lombardia dimostra di crederci, per mantenere la nostra regione ai vertici dell’agricoltura qualitativa mondiale”. Con queste parole Davide Lazzari, giovane viticoltore di Capriano del Colle e delegato provinciale di Giovani Impresa Brescia, commenta e plaude l’iniziativa dell’assessore all’Agricoltura, alimentazione e Sistemi verdi della Regione Lombardia Fabio Rolfi che ha modificato i parametri del Piano di Sviluppo rurale riguardanti gli importi dei premi concessi per il primo insediamento di giovani agricoltori.

I contributi – spiega Coldiretti Brescia – saranno infatti alzati da 20.000 euro a 40.000 euro per i giovani agricoltori in zona non svantaggiata di montagna e da 30.000 a 50.000 euro per i giovani agricoltori in zona svantaggiata di montagna.

Le domande presentate negli ultimi 5 anni in provincia di Brescia sono 204 per un importo totale di 5.250.000,00 e altre 39 domande sono in fase di istruttoria: “queste azioni sono utili – conclude Davide Lazzari – per sostenere l’imprenditorialità giovane e incoraggiare il ricambio generazionale,  le menti fresche dei giovani, anche grazie a questo sostegno, sono pronte a dimostrare nuovamente la centralità del settore agricolo. Soprattutto in termini di sostenibilità ambientale e alimentare della nostra Regione”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.