A Gussago, nell’ambito de La trilogia i nostri antenati: il cavaliere inesistente

Dopo il primo appuntamento, Il Barone Rampante, messo in scena la scorsa settimana dall’attore Filippo Garlanda e dalla violoncellista Daniela Savoldi, torna a Gussago la Trilogia I NOSTRI ANTENATI.

In scena nel Giardino storico Terrazzo di Villa (_ingresso da via del Santolino_), venerdì 18 settembre alle ore 21: IL CAVALIERE INESISTENTE.

 

Nel sessantesimo anniversario della pubblicazione, tre reading restituiscono tutto il fascino dei romanzi fantastici e allegorici di Calvino, diventati pagine immortali della letteratura italiana del Novecento.

 

VENERDì 18 SETTEMBRE ore 21.00

IL CAVALIERE INESISTENTE

Con Antonio Palazzo attore, Giovanni Colombo tastiera.

Agilulfo, paladino di Carlo Magno, è un cavaliere valoroso e nobile d’animo. Ha un unico difetto: non esiste. O meglio, il suo esistere è limitato all’armatura che indossa: lucida, bianca e… vuota. Non può mangiare, né dormire perché, se si deconcentra anche solo per un attimo, cessa di essere. Una storia ambientata nell’inverosimile medioevo dei romanzi cavallereschi, ma vicina più che mai alla realtà del nostro tempo.

 

VENERDì 25 SETTEMBRE ore 21.00

IL VISCONTE DIMEZZATO

Con Luciano Bertoli attore, Davide Bonetti fisarmonica.

La bizzarra storia del visconte Medardo di Terralba che, colpito al petto da una cannonata turca, torna a casa diviso in due metà (una cattiva, malvagia, prepotente, ma dotata di inaspettate doti di umorismo e realismo, l’altra gentile, altruista, buona, o meglio “buonista”).

Una fiaba d’evasione che tratta il tema universale dell’identità, in un reading sospeso tra realtà e fantasia.

 

Gli eventi sono ad ingresso gratuito e si svolgeranno nel rispetto delle normative in materia di tutela della salute per l’emergenza Covid-19.

In caso di maltempo gli spettacoli avranno luogo presso la Chiesa di San Lorenzo.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.