Serie C: il Forza e Costanza chiude imbattuto ma viene beffato da Pavia

Il bicchiere è mezzo pieno, ma oltre alla soddisfazione c’è una punta di amarezza. Perché nemmeno un campionato di Serie C al di sopra delle aspettative, chiuso da imbattuti con la seconda vittoria in tre giornate, è bastato ai ragazzi del Forza e Costanza per agguantare un posto nei play-off promozione, sfumati per colpa di un sorteggio beffardo. Già, perché insieme ai bresciani nel Girone 11 del campionato era capitata la Motonautica Pavia, la miglior squadra dell’intera rassegna regionale, che ha terminato a 7 punti come il Forza e Costanza – capace di chiudere sul 3-3 in casa – ma con una miglior differenza fra incontri vinti e persi (14-4 contro 11-7). Tanto è bastato per consegnare a loro il primo posto, rendendo vano il successo per 4-2 conquistato sui campi del Tennis Club Villasanta dai ragazzi capitanati da Marco Guerini, nell’ultima giornata del girone. Sapevano di avere poche chance di farcela, dato che il team di Pavia era favoritissimo contro il Tc Treviglio (e infatti è finita 5-1), ma hanno onorato comunque l’impegno al meglio, spuntandola già al termine dei singolari, grazie alle vittorie dei quattro del vivaio: Ludovico Manessi, Matteo Santi, Cristian Persi e Gabriele Lorini. Poi le coppie Lorini/Manessi e Santi/Persi hanno ceduto entrambi i doppi, per il definitivo 4-2, ma ormai i tre punti erano in cassaforte, e nemmeno un successo per 6-0 avrebbe cambiato la classifica finale del girone.

 

Qualificazione sfuggita a parte, il bilancio del campionato dice che la scelta di puntare sulla linea verde ha funzionato alla grande, producendo una stagione fra le migliori degli ultimi anni. “Più di così – dice capitan Guerini – la nostra squadra non poteva fare. Come primo anno con soli giocatori del vivaio è stato un successo, persino inaspettato. Spiace davvero per essere capitati nel girone con la più forte del campionato, perché altrimenti avremmo avuto enormi chance di accedere al tabellone regionale”. Quest’anno, data l’abolizione della fase nazionale, avrebbe significato essere a un passo dalla promozione nella nuova Serie B2 in arrivo nel 2021, ma Guerini non ne fa un dramma, e guarda già al prossimo anno, quando tutti i giovani avranno 12 mesi di esperienza (e di vittorie) in più. Allora sì che si potrà partire con l’obiettivo promozione. “Siamo una delle squadre più giovani del campionato – continua Guerini –, composta da ragazzi fra i 15 e i 18 anni che si allenano da noi, si conoscono alla perfezione e formano un gruppo molto affiatato. Hanno tutti grande voglia di fare bene, e noi puntiamo a confermare la formazione per intero, così da offrire ai ragazzi la possibilità di crescere ancora. Sarà una bella sfida: sistemando qualche dettaglio e rinforzando i doppi crediamo di avere la chance di salire di categoria”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.