Bagnolo: una “campagna social” per la protezione civile comunale

La Protezione Civile Comunale di Bagnolo Mella è stata una delle prime che ha deciso di aderire alla campagna: “Io non rischio”, organizzata a livello nazionale dal Dipartimento di Protezione Civile per domenica 11 ottobre. Un appuntamento che apre la settimana della Protezione Civile e che in questo 2020 si preannuncia particolare: “A differenza degli anni scorsi, quando le diverse iniziative venivano presentate in piazza in appositi gazebo, con la distribuzione di appositi volantini e coinvolgendo tante persone – è la spiegazione di Pietro Albanese, coordinatore del gruppo bagnolese – questa sarà una campagna digitale. Verrà promossa sui social e su you tube e riserverà un occhio di riguardo a questo specifico modo di comunicare. Il nostro è un gruppo composto da elementi relativamente giovani ed abbiamo quindi deciso di accettare questa particolare sfida. Non tutte le realtà della Protezione Civile lo hanno fatto, ma noi ci siamo attivati e, facendo affidamento solo su risorse interne, abbiamo realizzato una serie di video esplicativi che presentano la nostra sezione e questa campagna”. Una campagna che entrerà nel vivo domenica 11 ottobre, quando verranno postati quattro video. Il primo spiegherà cosa fare in caso di alluvione, il secondo passerà la parola agli esperti che analizzeranno il reticolo idrico e il rischio di esondazioni in ambito urbano, il terzo sarà un racconto del vicesindaco, Pietro Sturla, che ricorderà le emergenze avvenute a Bagnolo e, infine, il quarto proporrà un intervento del sindaco Cristina Almici (che è anche responsabile del Gruppo della Protezione Civile Comunale bagnolese) rivolto alla gestione dell’emergenza e alla cittadinanza attiva. “Per noi – sintetizza il coordinatore Pietro Albanese – si tratta di un’occasione importante per farci conoscere sempre meglio dalla popolazione e, magari, per coinvolgere nuovi volontari. Oltre tutto, abbiamo accettato di buon grado di sostenere questa sfida perché siamo consapevoli che, a differenza di quanto può accadere con i volantini e con una campagna in presenza, questi video rimarranno nel web e, quindi, saranno sempre facilmente consultabili”. Uno strumento diretto di contatto che la Protezione Civile di Bagnolo affianca non solo all’attività che porta avanti sul territorio, ma anche ad una presenza costante: “Ci riuniamo ogni sabato nella nostra nuova sede in via Nenni 16, nella struttura antisismica che è stata recentemente inaugurata. Siamo a disposizione della comunità e di chi ci vuole conoscere e intende conoscere il nostro operato, che speriamo di rendere sempre più efficiente ed efficace”. Nato ufficialmente nel 2014, in questo momento il Gruppo di Protezione Civile Comunale a Bagnolo conta quattordici volontari ai quali si aggiungono sei aspiranti che hanno ormai ultimato la formazione necessaria per poter diventare a loro volta effettivi. Il tutto per un progetto che all’inizio della settimana della Protezione Civile guarda avanti con tanta voglia di fare e con il fermo proposito di rendere sempre più stretto il vincolo con la comunità bagnolese: “Durante il periodo più duro dell’emergenza sanitaria – è la conclusione di Pietro Albanese – abbiamo cercato di mettere a disposizione della popolazione il nostro impegno e la nostra disponibilità. Sono stati mesi senza dubbio difficili, ma che ci hanno anche trasmesso forti emozioni, creando al tempo stesso un legame molto forte con i bagnolesi. Il nostro auspicio è quello di poter continuare a crescere e di poter mettere a disposizione dell’intera comunità un punto di riferimento valido e prezioso per i casi di emergenza. Ovviamente è un compito che vogliamo portare avanti con la giusta preparazione e senza correre rischi. È per questo che acquista un particolare rilievo proprio la campagna “Io non rischio” ed invito il maggior numero possibile di persone a mettersi in contatto per conoscere meglio la nostra realtà e la nostra attività”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.