Bagnolo: la sicurezza e l’ordine delle strade al centro dell’attenzione

In questi giorni l’Amministrazione Comunale di Bagnolo ha definito un programma di intervento destinato a dedicare un occhio di riguardo alle condizioni e alla sicurezza delle strade del territorio, con una cura particolare a quelle che richiedono una manutenzione urgente. In questo senso sono stati appaltati i lavori per un importante intervento di asfaltatura che si svolgerà in gran parte nelle ore serali e notturne per limitare i disagi che seguiranno alla chiusura al traffico delle strade interessate. A tal proposito dalle 18.30 di mercoledì 18 alle 9 di giovedì 19 rimarranno chiuse via Urne di sotto e via Porzano da una parte del territorio bagnolese e via Nazario Sauro e il tratto che collega viale Memoria e via Avogadro dall’altra. La notte seguente i lavori di asfaltatura porteranno alla chiusura di via Offlaga e viale Memoria. La procedura per l’aggiudicazione dei lavori, il cui costo complessivo si aggira sui 300.000 euro, è stata vinta dall’azienda bresciana Bolpagni Costruzioni, che però ha proceduto a subappaltare l’opera alla ditta Bernardelli. “Abbiamo deciso di effettuare l’intervento con una certa urgenza – è la sintesi del sindaco Cristina Almici e del vicesindaco Pietro Sturla – Questo sia per poter procedere in giorni nei quali è ancora possibile lavorare con la necessaria efficacia, sia per prevenire l’arrivo del freddo e delle gelate. Inoltre abbiamo cominciato l’asfaltatura su strade che, effettivamente, si trovano in condizioni precarie e, quindi, richiedono di essere sistemate con una certa urgenza, sia per ragioni di sicurezza che di ordine e decoro”. L’intervento nel suo complesso comprenderà anche la sistemazione dei marciapiedi di via Pedrocca, di via Bellavere e di quelli che si trovano davanti al Santuario della Stella. In seguito, non appena le condizioni atmosferiche torneranno a permetterlo, si riprenderà l’intervento con un nuovo lavoro che prevede un’ulteriore tranche dedicata alle asfaltature: “Ci saranno alcuni disagi per la chiusura al traffico delle strade interessate, per questo abbiamo richiesto che la gran parte dei lavori possano avvenire in orari serali e notturni – proseguono Cristina Almici e Pietro Sturla – In questo momento abbiamo deciso di iniziare i lavori affrontando come prima cosa la situazione di quelle strade che si trovano nelle condizioni peggiori, ma l’opera di risistemazione e riqualificazione riprenderà il prima possibile. Per la primavera siamo pronti a mettere in atto un intervento di 500.000 euro per completare al meglio lo stato di salute (sia come sicurezza che come ordine) delle strade del territorio bagnolese”. Continua, dunque, la particolare attenzione riservata dal Comune guidato dal sindaco Cristina Almici alle strade del territorio e, a tal proposito, dopo una pausa legata soprattutto alla necessità di effettuare le varie verifiche in questi tempi di emergenza sanitaria, nei prossimi giorni riprenderanno anche i lavori per la realizzazione della pista ciclabile di viale Padre Ottorino Marcolini (meglio conosciuto dai bagnolesi come il cavalcavia). In questo caso il piano dei lavori prevede come primo obiettivo la realizzazione della pista ciclabile, appunto, alla quale, subito dopo, verrà affiancata pure quella pedonale. In questa fase dell’intervento verrà predisposta la separazione dalla carreggiata stradale e verrà collocato l’apposito asfalto più duro e resistente che garantirà il passaggio delle biciclette prima e poi anche dei pedoni in tutta sicurezza. Proprio con questo obiettivo uno dei primi passaggi sarò l’installazione del nuovo sistema di illuminazione, mentre l’ultimo atto, che dovrebbe venire realizzato nei primi mesi del 2021, sarà relativo alla posa del guardrail, della staccionata e di tutti gli accorgimenti necessari per rendere sicura la pista anche per il passaggio dei pedoni. Il tutto per un intervento il cui costo, nel complesso, è stato fissato in 270.000 euro, una sostanziosa parte dei quali (200.000 euro) sono stati indirizzati verso quest’opera dal Comune di Bagnolo attingendo ai 500.000 euro messi a disposizione dalla Regione Lombardia all’inizio della scorsa primavera in seguito al cosiddetto “piano rilancio” (piano Marshall). I rimanenti 70.000 euro, infine, verranno coperti dall’Amministrazione Comunale bagnolese attingendo a risorse proprie. L’ultimo “tassello” per completare al meglio il “mosaico stradale” sarà infine l’affidamento della realizzazione dello studio per la verifica dello stato di sicurezza (transitabilità) del Cavalcavia medesimo, che  il Comune di Bagnolo sta pensando di mettere in atto, studiando anche le strategie per ottenere i finanziamenti statali che accompagnano i lavori dedicati alla sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.