Difesa del suolo: oltre 6,5 milioni per interventi urgenti

Nel corso del 2020 la Regione Lombardia ha finanziato 36 interventi urgenti di difesa del suolo. Le opere hanno previsto una spesa complessiva di oltre 6,5 milioni di euro. I lavori hanno interessato 7 province. In quelle di Bergamo, Brescia, Lecco e Sondrio sono già stati realizzati. “Regione Lombardia – sottolinea l’assessore regionale al Territorio e Protezione civile, Pietro Foroni – si conferma in prima linea nella difesa del suolo. Tra le zone più sensibili ai danni da maltempo ci sono quelle montane. Sono, infatti, particolarmente esposte alle conseguenze causate da fenomeni meteorici straordinari, come violenti e improvvisi acquazzoni”.

IN ATTESA OK STATO EMERGENZA PER FENOMENI 2-3 OTTOBRE – “Abbiamo avuto – ricorda Foroni – un’eccezionale ondata di maltempo tra il 2 e il 3 ottobre. È stata oltremodo intensa e ha causato danni stimati per circa 77 milioni di euro. Per questa abbiamo richiesto lo stato di emergenza al Governo già un mese fa. Siamo in attesa di un riscontro positivo da Roma. Nel frattempo, però, non siamo però rimasti con le mani in mano. Abbiamo, infatti, già messo in campo una serie di interventi urgenti a salvaguardia della pubblica incolumità”.

ALVEI FIUMI, ARGINI, TUTELA PERSONE – “Gli interventi da fare per mettere in sicurezza le zone colpite – chiarisce Foroni – sono stati numerosi. Sono stati realizzati per tutelare l’incolumità delle persone e delle comunità colpite. Hanno riguardato dalla pulizia degli alvei dei fiumi al ripristino degli argini, alla realizzazione di opere di difesa. Inoltre si è provveduto alla messa in sicurezza di tutto quanto poteva costituire un pericolo. Grazie alla collaborazione con i Comuni colpiti e con le Amministrazioni provinciali – ha aggiunto l’assessore – e all’efficienza dei nostri tecnici regionali, siamo riusciti a completare in brevissimo tempo tutto quanto fosse necessario”.

14 MILIONI EXTRA PER SPESE STRAORDINARIE – In tema di difesa del suolo, all’impegno di 6,5 milioni vanno considerati anche altri 14 milioni di euro erogati da Regione ai Comuni che hanno dovuto affrontare spese straordinarie per opere di somma urgenza. E, questo, grazie alla modifica di legge che consente di restituire il 100% delle spese sostenute ai Comuni con meno di 5000 abitanti, approvata a giugno 2019.

36 INTERVENTI SU CORSI D’ACQUA E FIUMI – Dei 36 interventi finanziati per complessivi 6.548.000 euro, 22 riguardano la sistemazione di corsi d’acqua mentre 14 quella di frane. Per queste seconde, in 5 casi la Regione ha supportato le Province con un contributo del 50% dell’importo degli interventi per dissesti che hanno interessato la sede stradale di loro competenza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.