Associazione Bresciasoccorso

Bresciasoccorso in questi mesi ha acquistato una ambulanza specifica per il trasporto di malati Covid. L’automezzo garantisce un alto livello di protezione per gli operatori e per l’equipaggio in cabina di guida (autista e navigatori) durante il trasporto di pazienti affetti da patologie infettive, grazie al flusso d’aria “vincolato”. La qualità dell’aria del vano sanitario è costantemente monitorata (ambiente salubre per gli operatori in ogni condizione, anche in assenza di pazienti) e un sistema di pressione negativa, sviluppato per garantire un numero elevato di ricircoli d’aria, minimizza il rischio di contagio per gli operatori a bordo. Il sistema è comandato da un software intelligente (tutti i dettagli nella scheda allegata).

Entrata ufficialmente nella nuova sede di via Rieti 2 all’inizio del mese di giugno 2020, l’Associazione Bresciasoccorso si era aggiudicata il bando, indetto dal Comune di Brescia nel mese di giugno 2019, per la concessione di valorizzazione dell’edificio di proprietà comunale, da destinare a servizi assistenziali, sociali o di soccorso.

Grazie a questa nuova struttura, Bresciasoccorso può garantire la copertura della zona ovest della città, rimasta parzialmente sguarnita a causa dell’impossibilità di prosecuzione del servizio da parte di una delle altre realtà attive sul territorio.

Il fabbricato si trova nel quartiere di Chiesanuova con ingresso da via Rieti, all’angolo con via Orzinuovi ed era stato precedentemente occupato da un distaccamento della Polizia Locale.

L’immobile si sviluppa sul piano terra e sul piano interrato ed è dotato di una corte esclusiva, di un  portico e di un parcheggio di proprietà in via Rieti per una superficie commerciale complessiva di 361,55 metri quadrati. Il piano terra è costituita da tre uffici, una sala riunioni, un ripostiglio, un bagno con antibagno e un grande deposito per autoveicoli mentre al piano interrato si trovano due spogliatoi con bagni e docce, un deposito e disimpegni e la centrale termica (teleriscaldamento).

Bresciasoccorso

Bresciasoccorso è nata il 25 ottobre 1992. Prima sede dell’associazione è lo stabile in via Fontane dove, con due ambulanze e un’automobile, i primi 71 volontari hanno prestato servizio 24 ore al giorno, tutti i giorni dell’anno, sia nel campo delle emergenze sia in quello dei servizi secondari. In breve tempo l’associazione si è allargata, diventando un’importante realtà del centro città. dall’aprile 1995 ha accolto, inoltre, i giovani del servizio civile alternativo a quello militare.

Ha poi siglato un accordo con l’Usl 18 di Brescia per l’apertura di una postazione nella zona sud-est della città. Il 20 aprile 1996 è diventato operativo il distaccamento di viale Piave.

Nel 2003 ha messo a punto un corso di formazione altamente specializzato. Con il sussidio di un manuale pubblicato nel 2004, appositamente curato dagli istruttori dell’Associazione, i soccorritori hanno raggiunto un livello di preparazione teorica e pratica che li rende in grado di sostenere l’esame di certificazione della Regione Lombardia con un’elevata percentuale di successo.

Nella primavera del 2006 è stata dismessa la sede di via Fontane ed è stata inaugurata la nuova sede di via Trento, in grado di offrire maggiori servizi, dotata di un’aula dedicata alla formazione, con maxi-schermi e ampi locali per svolgere attività burocratiche, logistiche e organizzative.

Nell’ottobre 2008 Bresciasoccorso ha partecipato alla fondazione della Federazione Volontari del Soccorso, una realtà di coordinamento delle Associazioni di volontariato che operano nell’ambito dell’emergenza e del trasporto sanitario e, nel mese di maggio 2019, in considerazione della riorganizzazione delle associazione di volontariato che verrà messa in atto con la riforma del Terzo Settore è tra i soci fondatori della Rete Nazionale Misericordia e Solidarietà.

Attualmente Bresciasoccorso mette a disposizione della città un mezzo di emergenza, operativo dal distaccamento di viale Piave (a copertura della zona sud-est della città), in aggiunta a quello localizzato nella sede di via Trento, che copre la zona nord.

Dal mese di marzo 2020, durante l’emergenza Covid 19, a causa dell’impossibilità di prosecuzione del servizio da parte di una delle altre realtà attive sul territorio comunale, Bresciasoccorso si è resa disponibile a coprire anche la zona ovest della città proprio dalla nuova sede di via Rieti, con mezzo di emergenza in convenzione con Areu.

Bresciasoccorso può contare sull’impegno di oltre 300 volontari che garantiscono l’attività 24 ore al giorno, per 365 giorni all’anno.

Durante la fase 1 dell’emergenza Covid 19 i volontari hanno svolto 1084 servizi di emergenza, 956 servizi di trasporto per gli Spedali Civili di Brescia e 266 servizi ai cittadini privati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.