Bagnolo: il cavalcavia sotto la lente d’ingrandimento

Il cavalcavia che accoglie chi arriva da Brescia e conduce verso il centro è finito sotto la lente d’ingrandimento del Comune di Bagnolo Mella. L’Amministrazione Comunale guidata dal sindaco Cristina Almici ha infatti deciso di dare il via ad un nuovo, importante progetto come quello di effettuare le verifiche strutturali e mettere in sicurezza un’arteria molto trafficata e che si trova anche sopra la linea ferroviaria Brescia-Cremona come viale padre Ottorino Marcolini. Un “disegno” che ha già cominciato il suo percorso con l’affidamento diretto a Centro Padane srl dell’incarico “per la redazione del certificato di idoneità statica del cavalcaferrovia con contestuale redazione dello studio di fattibilità tecnica ed economica dei lavori di manutenzione straordinaria dello stesso e delle rampe di accesso ai sovrappassi autostradali di proprietà della società medesima”. Supera di poco i 25.000 euro il costo previsto per l’esecuzione di questo contratto che è già divenuto esecutivo dopo i necessari pareri positivi di accertamento contabile e di copertura finanziaria.

Questo non è che il primo passo operativo di un programma che viene spiegato in sintesi dal sindaco Cristima Almici e dall’assessore ai lavori pubblici Pietro Sturla: “Vogliamo dedicare la massima attenzione possibile ad una infrastruttura molto importante per la nostra comunità (e non solo) come il cavalcavia. Nei mesi scorsi abbiamo realizzato la pista ciclo-pedonale che a breve verrà completata con l’installazione dell’impianto di illuminazione. In questo modo non solo abbiamo completato al meglio la rete delle piste ciclabili del nostro territorio, ma abbiamo voluto collegare, all’insegna della doverosa sicurezza per ciclisti e pedoni, la parte est con quella ovest della nostra cittadina. Adesso intendiamo proseguire in questa direzione e ci stiamo impegnando per assicurare ad una via di comunicazione di assoluto rilievo come il cavalcavia una efficace messa in sicurezza. Si spiegano in questo senso le verifiche strutturali e lo studio di fattibilità che abbiamo affidato alla Centro Padane. L’idea alla base di tutto il discorso – raccontano il sindaco Almici e il vicesindaco Sturla – è quella di riportare il cavalcaferrovia nelle migliori condizioni possibili sotto tutti i punti di vista, sia come sicurezza che come scorrevolezza. Siamo consapevoli che un intervento completo di manutenzione straordinaria potrebbe comportare una spesa assai onerosa ed è per questo che, ancora prima di conoscere nei dettagli quello che sarà il possibile preventivo, abbiamo avanzato la necessaria domanda alla Presidenza del Consiglio dei Ministri per poter attingere ai fondi per la messa in sicurezza delle opere pubbliche. Non abbiamo voluto perdere tempo e ci siamo attivati per rendere più vicina l’effettiva realizzazione di un’opera che rivestirà in ogni caso grande importanza per il futuro di Bagnolo. Il cavalcavia costituisce per il nostro territorio un punto di riferimento fondamentale ed è per cercare di riportarlo nelle migliori condizioni che abbiamo stabilito un accordo di collaborazione con i volontari della Protezione Civile per poter ripulire la parte sottostante dello stesso cavalcavia, quella che, in particolare, sovrasta il passaggio della linea ferroviaria Brescia-Cremona. In quel punto si sono formate sterpaglie e bisogna ripulire diversi punti che attualmente si possono vedere su entrambi i lati delle rampe. In questo senso – è la conclusione dei due amministratori – è doveroso rivolgere un sincero ringraziamento ai volontari della Protezione Civile Comunale, che hanno iniziato con buona lena e disponibilità quest’opera di pulizia che si dovrebbe concludere entro la prima metà di maggio. In seguito attenderemo l’esito dell’incarico affidato a Centro Padane per conoscere nei dettagli quali saranno i prossimi passi (e i relativi costi) di un percorso che, in ogni caso, adesso è formalmente partito e che siamo deciso a condurre a termine nel miglior modo possibile per offrire un altro, significativo traguardo raggiunto alla comunità di Bagnolo Mella e a tutti coloro che si trovano a transitare sul nostro territorio”.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.