Con 10 milioni e mezzo di presenze medie annue, la provincia di Brescia è il secondo polo turistico della Regione Lombardia

A caratterizzare l’offerta della provincia di Brescia ci sono i laghi di Garda, Iseo e Idro; la cultura, con 3 siti Unesco e il riconoscimento per Brescia di Capitale Italiana della Cultura 2023 insieme a Bergamo; l’enogastronomia, con l’area del Franciacorta capofila di un movimento di livello internazionale, e la montagna con le sue tre valli: Camonica, Sabbia e Trompia.

La Montagna bresciana offre sette comprensori sciistici che partono dai 1000 metri fino ad arrivare ai 3000 del ghiacciaio Presena. Anche per la stagione invernale 2021-2022 la montagna bresciana ha saputo rinnovarsi proseguendo un percorso di innovazione che nell’ultimo decennio ha caratterizzato l’intera provincia di Brescia. In Val Palot, per il quarto anno consecutivo, i bambini dai 6 ai 10 anni potranno sciare per tre giorni con skipass e maestro di sci gratuiti.

In Maniva debutta una nuova attrattiva per grandi e piccini: lo sleddog. Gaver e Bagolino presentano invece un rinnovato anello di sci di fondo oltre a una mappatura delle piste di sci di alpinismo. Il comprensorio di Pontedilegno-Tonale si presentano al pubblico con le nuove fun slope e zip Line. Torna invece un grande appuntamento di successo dopo un anno di stop causa covid: ICE DOME, con i suoi imperdibili concerti live in un Igloo di Ghiaccio al passo Paradiso. Pontedilegno-Tonale porta innovazione anche sui temi della sostenibilità. L’alta Valle Camonica è tra le primissime zone turistiche ad aver commissionato un bilancio di sostenibilità che sarà presentato a fine aprile 2022 per valutare il risultato delle azioni messe in campo a salvaguardia dell’ambiente.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.