Approvata la mozione a tutela dei minori che frequentano nidi e micronidi

È stata approvata a larga maggioranza in Consiglio regionale la mozione a prima firma Tironi Simona (Forza Italia), concernente misure urgenti in favore della tutela di minori che frequentano nidi e micronidi.

Dopo i recenti fatti di cronaca che hanno nuovamente interessato la nostra provincia di Brescia, la mozione ha lo scopo principale di promuovere iniziative finalizzate ad aumentare la soglia di attenzione e consapevolezza in relazione agli episodi di maltrattamento di minori nelle strutture per l’infanzia con una particolare attenzione alla formazione e al supporto psicologico del personale, riprendendo la legge regionale 18/2018 che ha istituito, prima regione in Italia, l’installazione di telecamere a circuito chiuso negli asili.

«Gli avvenimenti di maltrattamento che troppo spesso leggiamo a mezzo stampa – afferma Tironi Simona (FI), Vicepresidente III Commissione Sanità e Politiche Sociali di Regione Lombardia – definiscono una chiara e forte necessità di controllo e sorveglianza in favore dell’integrità dei minori frequentanti nidi e micronidi, fornendo adeguate risposte sia ai bambini che alle loro famiglie. I genitori, infatti, devono essere sereni quando lasciano il proprio figlio in una struttura socio-educativa. Parliamo spesso di conciliazione famiglia-lavoro e di welfare aziendale; è necessario dunque fornire strumenti per esercitare con serenità tale scelta».

«In riferimento alle nuove situazioni susseguitesi ad aprile scorso proprio nel bresciano – prosegue Tironi – la risposta è stata pronta e celere grazie al circuito di telecamere nascoste dei Carabinieri. Per questo ritengo necessario l’installazione delle telecamere in ogni asilo grazie alla legge 18/2018, di cui sono stata relatrice, permettendo una maggior sicurezza sia dei bimbi ma soprattutto degli educatori scolastici».

«Con questa mozione – conclude Tironi – si dà maggiore attenzione alla formazione, all’informazione, al sostegno psicologico degli educatori e degli operatori a trecentosessanta gradi, promuovendo iniziative finalizzate ad aumentare la soglia di attenzione e consapevolezza in relazione agli episodi di maltrattamento di minori nelle strutture per l’infanzia con una particolare attenzione alla formazione e al supporto psicologico del personale, ma anche per la sicurezza e la serenità dei genitori».

Dall’approvazione della lr 18/2018 ad oggi, le richieste di installazione dei sistemi di videosorveglianza finanziate sono state 43, per un costo complessivo pari ad € 294.927,25.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.