Brescia, Unnovamusei, premiato progetto ‘il castello di Brescia e il sistema archeologico di Brescia musei’

Premiazione dei 16 progetti vincitori del bando regionale ‘InnovaMusei’ per complessivi 2.100.000 euro e presentazione dei 10 nuovi musei riconosciuti da Regione Lombardia dal 2020 al 2022 che entrano a far parte della rete museale regionale.

Questi i due momenti principali dell’evento ‘InnovaLo! Musei ed ecomusei lombardi tra qualità e innovazione’ che si è svolto oggi a Palazzo Lombardia.

PER LA PROVINCIA DI BRESCIA PREMIATO IL PROGETTO ‘IL CASTELLO DI BRESCIA E IL SISTEMA ARCHEOLOGICO DI BRESCIA MUSEI’

Il progetto ‘Il Castello di Bresci e il sistema archeologico di Brescia Musei – Turismo accessibile e percorsi di valorizzazione grazie a una nuova Realtà Aumentata’, è realizzato in partnership tra Fondazione Brescia Musei e ARtGlass, con l’obiettivo di ampliare l’attuale offerta in Realtà Aumentata di Brescia Musei, attivando tour su smartglass anche al Castello di Brescia.

“Grazie a questo bando abbiamo realizzato una nuova esperienza visiva attraverso smartglass per i visitatori del castello – commenta il rappresentante dell’azienda Artglass – inserendo anche contenuti di edutainment (game interattivi) per i gruppi e le scuole e sottotitolazione per non udenti per tutti i tour in Realtà Aumentata”.

Da segnalare, inoltre, per il territorio di Brescia, i nuovi musei e le nuove raccolte museali riconosciuti ufficialmente da Regione Lombardia e premiati con la consegna di una targa a Palazzo Lombardia nel corso dell’evento ‘RiconosciLo!’: il riconoscimento è stato attribuito alla Casa Museo ‘Paolo e Carolina Zani’ di Cellatica e al Museo delle Mille Miglia Città di Brescia.

ASSESSORE GALLI: PROGETTI DI ALTO CONTENUTO TECNOLOGICO E NUOVE OPPORTUNITÀ OCCUPAZIONALI – “I 16 progetti vincitori del bando regionale – ha dichiarato l’assessore regionale all’Autonomia e Cultura, Stefano Bruno Galli – InnovaMusei si caratterizzano per l’alto contenuto tecnologico e la possibilità di fruire in modo innovativo le strutture museali. Progetti che hanno dato vita a nuove opportunità occupazionali nei luoghi e negli istituti della cultura distribuiti sui territori. Un momento di incontro, quello odierno, che ho voluto fortemente per fare squadra e stimolare un confronto con i musei riconosciuti da Regione Lombardia e altre realtà culturali del territorio, con il coinvolgimento delle Imprese Culturali e Creative (ICC)”.

“In questi anni di crisi – ha aggiunto Galli – abbiamo sostenuto e valorizzato le istituzioni museali ed ecomuseali riconosciute dalla Regione e le ICC, che rappresentano una realtà significativa. Una ICC su tre è nella nostra Regione. Si tratta di realtà giovani e dinamiche, proiettate verso il futuro. Lo abbiamo fatto con bandi specifici investendo nelle innovazioni tecnologiche. La sinergia tra pubblico e privato è risultata molto determinante”.

La misura è stata sostenuta da Regione Lombardia in collaborazione con Unioncamere Lombardia, Fondazione Cariplo e Cariplo Factory

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.