“Se davvero mi vedi” il nuovo singolo di DAEMIA

Disponibile per le radio dal 2 dicembre “Se davvero mi vedi”, il nuovo singolo di DAEMIA, talento nascente del new soul italiano.
Il brano è prodotto e arrangiato da Stefano “Juno” Bruno e anticipa l’album di esordio “Bluedo” in uscita il prossimo 9 dicembre.

Il singolo è una pillola minimal dalla matrice new soul, caratterizzata da una voce delicata e che preannuncia le sonorità della prima fatica discografica. “Se davvero mi vedi” canta un disagio interiore, nato dalla necessità di essere visti e compresi. Il flow R&B accompagna l’intero singolo e lascia posto ai synth che rinvigoriscono il ritornello con accorgimenti musicali dando la giusta importanza al significato delle intenzioni del brano, ossia l’esigenza di ricostruire una propria pace interiore.

Sul singolo Daemia afferma: “Se davvero mi vedi” parla della necessità di essere visti e compresi, del turbinio solitario dei propri stati emotivi e della voglia di fuggire da se stessi per osservare le cose con maggiore chiarezza e poi ricostruire la propria pace interiore. Il brano ha un sound spiccatamente Contemporary R&B, Neo-Soul, Hip Hop e allo stesso tempo indie, con una voce protagonista che spazia dal delicato falsetto iniziale al flow parlato, per poi aprirsi nel ritornello accattivante e coinvolgente”


CREDITI SINGOLO “SE DAVVERO MI VEDI”

Testi e musica: Daemia (Damiano C.)

Voci: Daemia

Produzione: Stefano Bruno (Juno)

Piano e Synth: Daemia

Chitarre: Stefano Bruno (Juno)

Basso: Stefano Bruno (Juno)

Mix: Stefano Bruno (Juno)

Mastering: Giovanni Blob

 

Edizioni: Arealive srl, Graf srl, Musica Posse sas, Big Time Edimusica

Distribuzione: Believe Digital


Ufficio stampa e promozione:
Big Time – pressoff@bigtimeweb.it


DAEMIA – BIOGRAFIA

DAEMIA è un giovane cantautore e polistrumentista emergente. Scrive testi raffinati e introspettivi che abbina a sonorità Alternative, Contemporary R&B, Soul ed Elettroniche. Questa personale combinazione di elementi e stili rende il suo progetto estremamente riconoscibile. La sua voce ricca di sfumature, il suo approccio alla composizione e i suoi versi, si prestano a sospirate vertigini poetiche così come a ritornelli che restano impressi dal primo ascolto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.