Anziano morto in casa a Brescia Due, Rolfi: va costruita un’anagrafe comunale della solitudine

“Purtroppo non è il primo caso che registriamo a Brescia. Il tema della solitudine nella terza età nelle grandi città, dove i rapporti relazionali tendono a essere più labili, è diffuso e merita un’attenzione politica più efficace”. Lo dichiara il presidente della commissione Bilancio del Comune di Brescia Fabio Rolfi.

“Non possiamo continuare e ripetere, come avviene a Palazzo Loggia, che tutto va bene. Non va tutto bene se nel cuore della nostra città si ripetono casi di anziani che muoiono in casa e vengono scoperti, a volte per caso, giorni dopo. E’ necessario costruire un’anagrafe della solitudine, mappare le persone anziane sole a partire da quelle con patologie e che necessitano di vicinanza, rafforzare la rete dei centri per anziani e del volontariato della terza età. Occorre andare oltre a quello che si fa perché evidentemente non basta. In una città che gode ogni anno di 70-75 milioni di dividendi A2A e che si vanta di avere una spesa sociale pro capite sopra la media questa deve essere una priorità” aggiunge Rolfi.

 

 

Foto: (c)Fondazione Leonardo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.