Il Comune di Manerbio incontra le Associazioni di Categoria imprenditoriali presso la Camera di Commercio di Brescia.

Obiettivo dell’incontro la divulgazione delle opportunità di investimento sul territorio predisposte attraverso il nuovo PGT

 

Nei giorni scorsi si è tenuto, presso la Camera di Commercio di Brescia, un incontro istituzionale fra l’Amministrazione comunale di Manerbio ed alcune fra le principali Associazioni di categoria del mondo imprenditoriale.

L’incontro era finalizzato alla presentazione delle principali novità che l’Amministrazione, guidata dal Sindaco Paolo Vittorielli, ha introdotto nel PGT recentemente approvato, con l’obiettivo di attrarre sul territorio nuovi investimenti produttivi.

All’incontro hanno partecipato rappresentanti di Confindustria, Confartigianato, Assoartigiani, Confcommercio e Coldiretti.

 

Dopo i saluti del Sindaco, l’Assessore alle attività produttive Giacomo Treccani ha illustrato ai presenti i tratti caratterizzanti del nuovo PGT, ispirato ad un approccio strategico radicalmente nuovo, che segna una netta discontinuità rispetto al passato. La novità di maggior rilievo è costituita da un drastico taglio (pari al 50%) su alcuni degli oneri economici che gravano sugli imprenditori che vorranno insediare nuove imprese sul territorio comunale.

Questa misura si somma ad altre previsioni introdotte dalla nuova Amministrazione, tutte volte a semplificare e incentivare la ripresa degli investimenti e l’attrazione di nuove realtà produttive.

 

“Vogliamo che Manerbio torni ad essere un territorio competitivo, in grado di attrarre nuovi investimenti”, commenta il Sindaco. “L’insediamento di nuove imprese porta con sé non solo opportunità di lavoro per i cittadini, ma anche una serie di risvolti positivi per l’intero territorio. La nostra città è rimasta ferma per troppo tempo, facendosi sfuggire a volte opportunità enormi. E’ arrivato il momento di cambiare marcia, puntando a restituire a Manerbio il ruolo che le compete”.

 

Vediamo nel dettaglio l’elenco delle principali novità:

 

  • Riduzione pari al 50% degli oneri definiti “Standard di qualità” per il settore produttivo (ovvero, una delle componenti di costo che grava sugli imprenditori che decidono di insediare nuove imprese nelle aree produttive). L’entità di questi oneri passa dai precedenti 30 euro per mq di superficie a 15 euro per mq, in linea con la media dei territori circostanti.
  • Possibilità di insediamento estesa ad alcuni settori strategici dell’economia bresciana, fino ad oggi considerati off-limits per il territorio di Manerbio, quali quelli della lavorazione dell’alluminio e dell’ottone.
  • Possibilità di realizzare le opere di urbanizzazione dei nuovi ambiti di trasformazione (strade di collegamento, illuminazione, fognature ecc.) per stralci funzionali, ovvero di completarle in parallelo all’attuazione dei lotti, anziché “tutte e subito”.
  • Introduzione di vincoli sostanziali rispetto all’insediamento di poli logistici di grandi dimensioni

 

Si tratta di provvedimenti di assoluto rilievo, secondo l’Assessore allo Sviluppo e Attività Produttive Giacomo Treccani. Con una particolare sottolineatura per l’ultimo.

“Dal momento del nostro insediamento, abbiamo ricevuto da operatori del comparto logistico diverse manifestazioni di interesse sottese a operazioni imponenti, che avrebbero coinvolto la totalità delle aree produttive disponibili sul nostro territorio, pari a oltre 250 mila metri quadrati in prossimità del casello autostradale”, osserva l’Assessore.

“Sarebbe stata la soluzione più semplice ed immediata per incassare oneri milionari, ma ci siamo assunti la responsabilità di dire di no”, prosegue l’Assessore.

“Nel panorama della Bassa bresciana, Manerbio rappresenta l’emblema di un territorio in cui la positiva sinergia con una realtà manifatturiera (il celebre Lanificio Marzotto) ha contribuito a scrivere pagine di storia. Una storia che parla di crescita, sviluppo e progresso sociale. E’ esattamente questa la dinamica che vorremmo riattivare, favorendo l’insediamento di realtà produttive che possano costituire nuova linfa per il territorio, fatta di posti di lavoro, opportunità di futuro per tanti giovani e spazi di sinergia per produrre utilità a beneficio della comunità intera”.

Un approccio di collaborazione che guarda al futuro, ma che lascia intravedere potenzialità già nell’immediato.

“Abbiamo avviato contatti con le molte imprese che già abbiamo sul territorio e, con grande soddisfazione, abbiamo ricevuto ampia disponibilità al dialogo e alla collaborazione. Non voglio anticipare nulla, ma stiamo cercando di strutturare una collaborazione che, ne siamo certi, produrrà ben presto positive ricadute sulla nostra comunità”.

 

Il Sindaco Vittorielli ha concluso ringraziando la Camera di Commercio per aver accolto questa proposta di incontro.

“La Camera di Commercio rappresenta, a pieno titolo, la “casa delle imprese bresciane”, commenta il Sindaco. “Abbiamo pensato che fosse il luogo più adatto per un incontro fra un’Amministrazione e le Associazioni di Categoria, che rappresentano le imprese stesse. Grazie dunque alla Camera di Commercio ed al Segretario Generale, dott. Massimo Ziletti, che ha reso possibile la realizzazione di questo evento”.

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.