Questa sera Bambini in braille sul palco del Teatro Santa Giulia

Doppio appuntamento Sabato 14 dicembre per l’Associazione Bambini in Bralle: alle ore 11 per le scuole e alle ore 20.30 per tutti presso il Teatro Santa Giulia di Brescia con lo spettacolo Le alici controcorrente: commedia musicale ideata dai ragazzi dell’Associazione sotto la magistrale regia di Simona Nolli e Stefania Pepe con le musiche di Fabio Gobbi.

Il progetto accolto dalla Fondazione Comunità Bresciana, ha vinto il Bando Cultura 2017.


Bambini in Braille
è un’associazione fondata nel 2015 da genitori di ragazzi non vendenti ed ipovedenti.
Nel 2016 è stato avviato un laboratorio sperimentale unico nel suo genere dove 10 bambini di cui 5 tra ipovedenti e non vedenti hanno portato in scena lo stesso spettacolo meraviglioso che ha suscitato il plauso del pubblico del Teatro Aurora di Roncadelle.

Sulla base di questa esperienza, dopo il trasferimento della sede operativa da Roncadelle a Mompiano, in Via Sant’Antonio – Brescia, è stata riproposta l’esperienza laboratoriale che è stata accolta da ben 25 ragazzi/attori tra cui anche un gruppo di giovani appartenenti al C.A.G.

Quindi è stata lanciata una sfida alla cittadinanza affinché uno spettacolo come questo potesse essere divulgato per trasferire il messaggio di inclusione sociale dei ragazzi con disabilità direttamente al cuore di più persone possibili.

Grazie alla collaborazione di Simona Nolli alla direzione del Coro e della straordinaria Stefania Pepe per la recitazione, i nostri ragazzi stanno apprendendo le regole di vita attraverso il teatro ed il palcoscenico.

Il progetto è suddiviso tra laboratori di canto e recitazione in cui i ragazzi sono protagonisti: tutti insieme ragazzi con disabilità visiva e normo vedenti lavorano ad uno scambio di esperienze di vita che li vede protagonisti alla fine in uno spettacolo conclusivo in cui attraverso la musica, il ritmo, la parola la voce e il corpo esprimeranno le emozioni e le sensazioni del gruppo e del singolo, cercando di creare uno scambio emozionale tra i bambini e a seguire con il pubblico.

https://www.facebook.com/bambininbraille/videos/1944048639013978/

Con l’attivazione di un laboratorio teatrale, il progetto intende dare un contributo concreto alla promozione di una comunità inclusiva, tesa al rafforzamento di una rete civica volta alla coesione sociale e alla cittadinanza attiva, attraverso un intervento dinamico che tiene particolarmente conto degli aspetti relazionali. Il laboratorio, sarà rivolto a ragazzi dai 10 ai 16 anni. Obiettivo operativo primario è la creazione di laboratori teatrali e di laboratori espressivi, progettati  tramite processo partecipativo e volti ad avviare percorsi di prevenzione all’emarginazione promuovendo socialità e cittadinanza. Obiettivo conseguente è la messa in rete dei diversi laboratori creati, così da aiutare e collegare la progettazione e favorire un rapporto di scambio e di confronto tra le diverse esperienze. Il Progetto vuole essere un ulteriore contributo allo sviluppo di una comunità solidale, inclusiva e partecipe che cercherà il coinvolgimento di tutta la comunità soprattutto le Scuole, che rappresenta luogo primario della formazione di uomini e cittadini e con un percorso creativo che rafforzi l’azione di un sostegno relazionale nella partecipazione attiva dei giovani alla vita della comunità.

Inclusione sociale e scambio esperienziale: bambini e ragazzi sia con disabilità che non, mettono in campo le proprie esperienze di vita, ciascuno condivide la propria diversità come valore unico, come ricchezza da donare all’altro che funge come mezzo di comunicazione e di traslazione emotiva dove l’empatia diventa il modo in cui è possibile calarsi nel ‘personaggio’ presentato dal copione dello spettacolo ‘Le alici controcorrente’.

Il Progetto intende valorizzare i tre aspetti della pratica teatrale: aspetto estetico, educativo, sociale, nella profonda convinzione della necessità di dover tenere strettamente legati azione sociale, studio e ricerca culturale. In questo senso il termine Inclusivo propone il teatro come cultura della relazione per sperimentare come pratica educativa e per esprimere al massimo la sua natura di medium socializzante. Il Laboratorio così convocherà e costituirà un gruppo, valorizzerà e organizzerà le diverse competenze in vista di un fine collettivo. L’intento è quello di realizzare un doppio livello di ricerca laboratoriale: da un lato la costituzione di un team fra insegnati-professionisti dello spettacolo e allievi e dall’altro l’incontro per costruire un comune programma creativo.

Inoltre il progetto è finalizzato alla sensibilizzazione della cittadinanza:

 

L’Associazione si rivolge anche a sponsor che volessero aiutare nella realizzazione ed ampliamento di questo nostro sogno, attraverso  la divulgazione ed il sostegno eventualmente anche economico.

E’ stato inolte realizzato l’audiolibro delle Alici controcorrente interamente recitato e cantato dai nostri ragazzi, realizzato e finalizzato per la promozione del progetto, è possibile acquistarlo contattando info@bambiniinbraille.it

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *