Riaperto il Castello di Bornato

Al Castello di Bornato inizio stagione con la riapertura alle visite guidate della antica cantina e dei sotterranei.

Nel cuore della Franciacorta, tappa obbligata per una gita fuoriporta sulla strada del vino.

Dopo la pausa invernale, con l’arrivo della primavera, riapre al pubblico il Castello di Bornato e la Villa Orlando, raro esempio di villa rinascimentale inserita dentro ad un complesso di mura medioevale, con la sua antica cantina.

Le visite al castello sono guidate, con guide locali che ne raccontano la storia. Per il 2019 verranno aperti ai visitatori per la prima volta i sotterranei che si snodano sotto le antiche mura a sud; si assapora l’atmosfera medioevale percorrendo una dietro l’altra le dodici volte, che nel corso dei secoli si sono trasformate da camminamento difensivo a serre invernali esposte a mezzogiorno, al luogo per la maturazione delle migliori annate di vino.

Durante la visita si ammira il parco con un giardino all’italiana verso sud ed un giardino all’inglese verso nord con piante secolari tra cui cedri del Libano, cedri deodara, ginkobiloba e una rarissima Sophora laponica di 200 anni; inoltre nel bosco a nord est si trova una grotta romantica costruita nel 1800 all’interno delle mura medievali

Nella villa si possono ammirare le sale affrescate utilizzate in passato come sale da ballo, la antica biblioteca con il soffitto affrescato, la sala da pranzo che ospita la collezione di porcellane Herend e Richard Ginori risalenti al secolo scorso, incluso il servizio  con l’effige del castello, lo scalone che ospita una collezione di fucili e armi d’epoca.

Le antiche cantine sono ubicate sotto la torre principale del castello, dove un tempo si produceva il vino di Franciacorta con antiche botti in rovere dal fascino misterioso affiancate dalle più recenti botti in cemento in uso fino a pochi anni fa.

Oggi la produzione del vino Castello di Bornato, una delle etichette più prestigiosa della Franciacorta, è stata decentrata per accogliere i moderni macchinari e seguire le tecniche più all’avanguardia in termini di vinificazione biologica. Viene prodotto in piccole quantità di qualità eccellente e imbottigliato solo nelle annate migliori.

La visita include la degustazione del vino Curtefranca Rosso e Curtefranca bianco e, su richiesta, del Franciacorta Brut, con la possibilità di effettuare l’acquisto in loco.

Adiacente alle mura del castello nelle ex scuderie sapientemente ristrutturate, vi è il famoso Ristorante Palafreno con una cucina locale rivisitata con cui concludere la visita.

(tel 030.7254484).

 

ORARIO DI APERTURA

Dal 17 marzo fino a metà novembre tutte le domeniche e festivi h. 10.00-12.00 e 14.30-18.00. Per gruppi di minimo 20 persone aperto tutti i giorni dell’anno previa prenotazione.

Biglietto di ingresso Intero 12 euro, Ridotto 10 euro.

 

ACCESSO

Autostrada A4 Milano Venezia, uscita Rovato, a destra seguire indicazioni per Bornato.

Autostrada Brebemi, uscita Rovato Sud,seguire indicazioni per Franciacorta, poi Bornato.

In treno: linea Brescia – Iseo – Edolo, fermata Bornato Calino.

 

INFORMAZIONI E PRENOTAZIONI

Castello di Bornato, Via Castello 24, 25040 Bornato (BS)   www.castellodibornato.com

Tel. 030.725006    Cell. 339.1667402    Fax 030. 725006      email: info@castellodibornato.com

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *