PMI : segnali di contrazione da fatturato e produzione

Segnali di contrazione da fatturato e produzione. E, in misura ancora più marcata, da ordini e giacenze. A osservarlo è l’analisi congiunturale del primo trimestre 2019 fatta dal Centro studi Apindustria su un campione di cento imprese associate.

 

Nel dettaglio, per poco meno della metà delle imprese fatturato (49%), produzione (45%) e ordini (41%) sono in crescita, seppur nella gran parte dei casi analizzati in modo moderato. Per un terzo delle imprese o più, questi indicatori sono invece in calo: per il 36% delle imprese per quanto concerne il fatturato, per il 30% sulla produzione e per il 41% per gli ordini. Da sottolineare il dato dell’oltre 10% di imprese che registrano cali di fatturato, produzione e ordini nell’ordine del 15% o più.

 

L’andamento del fatturato per macro aree si correla ad una situazione difficile per l’Italia: il 52% dei rispondenti segnala una contrazione delle entrate nazionali, con un preoccupante calo negli ordinativi per il 56% delle imprese; Segnali di difficoltà provengono anche dal commercio con la Comunità Europea, principale partner delle PMI bresciane.

 

Investimenti stabili per oltre due imprese su tre, un’impresa su quattro li segnala in crescita, poco meno di una su dieci in calo. Situazione analoga per l’occupazione: stabile per il 65% degli intervistati, cresce in poco più di 25 imprese su 100, mentre 9 su 10 riducono il proprio organico.

 

«La congiunturale conferma le preoccupazioni – afferma Douglas Sivieri, presidente di Apindustria Brescia -. Il mercato interno non si muove e i mercati esteri, complice la congiuntura internazionale, non fanno più respirare come in passato». A preoccupare Sivieri sono però anche i dati che arrivano dagli investimenti: «In una situazione di forte incertezza è inevitabile che ci sia un rallentamento degli investimenti, ma certo questo non è positivo». Soprattutto per la necessità di restare ancorati al forte processo di trasformazione in atto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *